Importante monumento di storia modenese dal 1506 al 1554, la Cronaca di Tommasino de’ Bianchi detto il Lancellotti è un diario che racconta le vicende politiche, sociali ed economiche di quasi cinquant’anni. Personaggio di notevole rilievo, giudice delle vettovaglie, tesoriere della comunità di Modena e cassiere del Monte di Pietà, Tommasino restituisce una finestra sulla società e sulla politica locale ed internazionale.

L’autore racconta anche dicerie di strada, previsioni di astrologi, aneddoti curiosi talvolta personali, ben consapevole di rivolgersi ad un pubblico di concittadini. Sullo sfondo l’Italia rinascimentale divenuta terreno di scontro tra Francia e Spagna. Il manoscritto, conservato presso la Biblioteca Estense di Modena, a partire dal 2015 è stato pubblicato da Fondazione di Modena nella sua versione completa a cura di Rolando Bussi e Carlo Giovannini.

Rolando Bussi sarà ospite di SpazioF, mercoledì 16 alle 17, per raccontare il lungo lavoro che ha portato alla pubblicazione dell’opera di Tommasino de’ Bianchi. Nel corso dell’incontro, trasmesso in diretta streaming sul sito e sulla pagina Facebook della Fondazione di Modena, Bussi leggerà alcuni brani della Cronaca collocando le vicende modenesi nel quadro più generale della storia italiana ed europea del XVI secolo.

 

Per scoprire le cronache modenesi è possibile scaricare i suggerimenti bibliografici. I testi, raccolti presso la Biblioteca della Fondazione di Modena, sono consultabili e/o ammessi al prestito. La Cronaca di Tommasino de’ Bianchi e la Cronaca di Alessandro Tassoni seniore sono disponibili anche online, all’interno della sezione biblioteca di questo sito.

SCARICA I SUGGERIMENTI BIBLIOGRAFICI