Luoghi

Dal 1993 la Fondazione ha la sua sede a Palazzo Montecuccoli un edificio sorto nella seconda metà del Settecento per volontà del duca Francesco III. Nei locali al primo piano trova posto la Biblioteca, inaugurata nel 2000, ricca di oltre 13 mila volumi. Il piano terra, in corso di allestimento, ospiterà la reception e gli spazi informativi aperti al pubblico.

RESTAURO IN CORSO – Un luogo in cui esercitare l’incontro, la relazione e il dialogo con la città.
Spazio F è la porta d’accesso alla Fondazione, alle persone e alla loro comunità, porta girevole di scambio continuo in entrata ed in uscita per attività, contenuti, stimoli. Luogo di interazione per eccellenza, Spazio F accoglie e fornisce informazioni sulle procedure, i percorsi ed i progetti che fanno capo all’Ente offrendo spazi e strumenti per favorire e sostenere la partecipazione alla vita e allo sviluppo del territorio e di coloro che lo abitano.

Palazzo Montecuccoli degli Erri sorge dove un tempo si innalzava l’antica chiesa di San Biagio, abbattuta per volere del Duca Francesco III nell’ambito del progetto di sistemazione del tracciato della via Emilia. L’edificio fu costruito tra il 1773 e il 1776 quindi venduto ai Conti Munarini. Successivamente divenne di proprietà della famiglia Montecuccoli degli Erri. L’aspetto attuale è dovuto agli interventi realizzati alla fine dell’800 dall’ingegner Vincenzo Maestri per conto del marchese Giuseppe Montecuccoli degli Erri.

Specializzata in arte e storia, raccoglie circa 13 mila volumi disponibili per la consultazione e il prestito a Palazzo Montecuccoli, sede della Fondazione.

La biblioteca della Fondazione è stata inaugurata nel 2000 con l’obiettivo di raccogliere parte della vasta produzione editoriale delle Fondazioni bancarie e degli Istituti di credito ed è specializzata in arte e storia. Dispone di un patrimonio di circa 13 mila volumi in gran parte a tiratura limitata e fuori commercio e di una sezione locale dove sono collocate le opere dedicate a Modena e provincia.