Il FEM è l’hub per l’innovazione in campo educativo. Nel progetto educativo che fa parte integrante del Progetto Culturale S. Agostino l’innovazione diventa una chiave di lettura comune per arte e scienza, si trasmettono saperi e si forniscono strumenti per la comprensione della contemporaneità attraverso esperienze che stimolino il senso critico, la creatività, lo spirito d’iniziativa mediante attività formative, incontri ed eventi organizzati e sviluppati in collaborazione con gli Istituti Culturali presenti nel polo. La Fondazione  di Modena promuove attività volte allo sviluppo di servizi educativi per conseguire obiettivi strategici quali:

  1. coinvolgere diffusamente la cittadinanza in percorsi e attività educative, attraverso un’offerta caratterizzata per forme e modalità originali e mirate a molteplici fasce di utenza ed età;
  2. sistematizzare l’offerta educativa della Fondazione, attraverso una progettualità coordinata, che possa essere messa a servizio degli Istituti culturali presenti nel Polo Culturale Sant’Agostino – Palazzo dei Musei – ex Ospedale Estense;
  3. valorizzare attraverso i percorsi e le attività educative le specificità e qualità del territorio, attraverso lo sviluppo della massima sinergia con i soggetti culturali, economici e sociali, e con lo specifico coinvolgimento degli Istituti culturali presenti nel Polo Culturale Sant’Agostino – Palazzo dei Musei – ex Ospedale Estense; 4. integrarsi nel progetto del Polo Culturale Sant’Agostino – Palazzo dei Musei – ex Ospedale Estense, fornendo specifici contenuti e stimoli in materia educativa e contribuendo allo sviluppo del relativo modello di impatto sociale, culturale ed economico attraverso l’educazione;
  4. promuovere un modello di cooperazione tra le istituzioni del Polo e le istituzioni educative nel campo dell’apprendimento;
  5. sviluppare un’offerta formativa imperniata sulla condivisione e contaminazione tra patrimonio umanistico, artistico, scientifico e tecnologico, attraverso la collaborazione sia con soggetti attivi nella gestione del patrimonio umanistico e artistico, che con soggetti che si distinguono per competenze scientifiche e tecnologiche che con soggetti nel campo dell’education di elevato valore internazionale.

I destinatari delle esperienze educative sono studenti, educatori e docenti delle scuole primarie e secondarie, ma la vocazione del Polo è coinvolgere la società tutta, per generare impatto nelle sue diverse componenti, con l’obiettivo di contribuire alla parità di condizioni verso la coesione sociale ed una società sostenibile.

Da marzo 2019 ad oggi sono state complessivamente organizzate 177 attività formative per 3.927 utenti. Le attività di formazione realizzate coprono diverse materie come scienza, coding, tecnologia, filosofia, fotografia e arte inoltre, a seconda dei “fornitori”, sono stati utilizzati diversi metodi come l’elaborazione logico sperimentale, il gioco inteso come gioco da tavolo e di ruolo, l’utilizzo di tecnologie avanzate come la scansione in 3D di organi e workshop di videomaking.

Info: www.fem.digital