Descrizione del progetto

Nasce alla Biblioteca Estense Universitaria di Modena una digital library che permetterà la consultazione in rete di parte del patrimonio archivistico e raro, in particolare gli scritti di Ludovico Antonio Muratori, i documenti musicali e le carte geografiche estensi. Il progetto, avviato dalle Gallerie Estensi e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, che lo ha finanziato attraverso un bando da un milione e 300 mila euro, prevede il restauro, la digitalizzazione in alta definizione e la catalogazione di parte del patrimonio della biblioteca. Prevede inoltre il recupero del patrimonio già scansionato, l’archiviazione digitale e la realizzazione di una biblioteca digitale ad accesso libero.  L’Estense sarà la prima biblioteca italiana a partecipare a questo innovativo sistema già adottato da molte biblioteche internazionali: la la British Library, la Library of Congress di Washington e la Biblioteca Apostolica Vaticana.

Il progetto, avviato dalle Gallerie Estensi e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, che lo ha finanziato attraverso un bando da un milione e 300 mila euro, prevede il restauro, la digitalizzazione in alta definizione e la catalogazione di parte del patrimonio della biblioteca.

Obiettivi

Mettere a disposizione della comunità nazionale e internazionale i preziosi documenti conservati in biblioteca, in un unico catalogo digitale. La piattaforma di Digital Library, in collaborazione con il laboratorio AImageLabdell’Università di Modena e Reggio Emilia, consentirà inoltre agli studiosi di intelligenza artificiale di utilizzare i contenuti della biblioteca per sviluppare i propri progetti di ricerca, come ad esempio riconoscere automaticamente la grafia dei manoscritti muratoriani.