Torna per la sedicesima edizione, con un programma di eventi diffusi nel corso dei mesi autunnali, “Poesia Festival“. Protagonisti di questo appuntamento  sono i borghi antichi di nove comuni modenesi: Castelfranco Emilia, Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Guiglia, Marano sul Panaro, Savignano sul Panaro, Spilamberto, Vignola, Zocca.

Saranno quasi 200 le persone coinvolte, tra poeti, studiosi, critici, musicisti, attori. E saranno più di 50 gli incontri, sparsi nei mesi autunnali, con un ritmo non congestionato, più umano, e più in sintonia con i tempi di vita delle persone e anche con  i tempi morbidi e lenti della poesia e del pensiero.

Tra le voci che si potranno ascoltare, quelle di Laura Accerboni, Nicoletta Bidoia, Vito Bonito, Giuseppe Conte, Gianni D’Elia, Paolo Donini, Francesco Genitoni, Mariangela Gualtieri, Alessandro Niero, Cristiano Poletti, Antonio Prete, Franco Pusterla, Emilio Rentocchini, Paolo Ruffilli, Ida Travi, Maria Donata Villa, Beatrice Zerbini. Sul palco ci sarà spazio anche per la musica d’autore, con Cristina Donà, Filippo Graziani e Bobo Rondelli. Le novità di quest’edizione sono state presentate nel corso di una conferenza stampa che si è svolta martedì 15 settembre a SpazioF, la nuova porta d’ingresso della Fondazione di Modena, e che ha visto la partecipazione di Matteo Tiezzi, vice presidente della Fondazione di Modena, Umberto Costanzini, assessore alla cultura dell’Unione Terre di Castelli, Graziella Nardini, vice presidente della Fondazione di Vignola, Francesco Reggiani, responsabile comunicazione di Hera, Cristian Giusti, area manager Modena Sud di BPER Banca, Roberto Alperoli e Andrea Candeli, rispettivamente direttore artistico e direttore musicale del festival.

Tra le particolarità di quest’edizione ci sarà la presentazione di un libro assai particolare come “Il canto di Yemaja”, di Sonia Maria Bracciale, detenuta nel carcere di Bologna; ci saranno incontri-spettacolo dedicati a Cesare Zavattini (con l’attore Vito), a Cesare Pavese (con il critico Roberto Galaverni, l’attore Andrea Ferrari e il Jazz & American Songs), alla poesia nel suo rapporto con la notte e la luna (con il poeta e critico Alberto Bertoni, l’attrice Diana Manea e i notturni musicali eseguiti da Stefano Maffizzoni e Palmiro Simonini) e alla poesia raccontata dalle poesie (con Roberto Galaverni e gli attori Andrea Santonastaso e Donatella Allegro). Ci sarà una serata d’onore dedicata a Gianni Rodari con la lezione di Giusi Quarenghi, le letture di Vito e gli interventi musicali di Cristina Zambelli alla tromba. E ci saranno tre lezioni magistrali del maestro Marco Santagata dedicate a Dante, Petrarca e Boccaccio, con le letture di Claudio Calafiore e gli interventi musicali di Andrea Candeli e Matteo Ferrari.

Scarica il programma di Poesia Festival 2020 (pdf)

L’iniziativa, organizzata dall’associazione “Laboratorio Musicale del Frignano”, è promossa da: Unione Terre di Castelli, Fondazione di Vignola, Fondazione di Modena, Regione Emilia-Romagna; con la collaborazione di: Comune di Castelfranco Emilia, Gruppo Hera, ERT – Emilia Romagna Teatro, Università di Bologna, Arci Modena.